Era il 2007 quando Toyota ha lanciato, per prima, la tecnologia Plug-in e oggi, dopo oltre 10 anni di esperienza, con il lancio della seconda generazione dell’innovativa Prius Plug-in Hybrid. Una vettura all’avanguardia sotto tutti i punti di vista, con tante novità tecnologiche introdotte e le anteprime assolute come il primo sistema Toyota duale motore/generatore che aumenta la potenza EV; il primo sistema di climatizzazione al mondo con pompa di calore a gas che migliora l’autonomia EV e il nuovo sistema di ricarica solare sul tetto per estendere ulteriormente l’autonomia EVcon.

La nuova Toyota Prius Plug-in sarà lanciata in Italia a partire da giugno e l’obiettivo di vendita sarà determinato anche in base allo sviluppo delle infrastrutture di ricarica e la crescita del mercato Hybrid ricaricabile che oggi in Italia vale circa 1.300 unità l’anno.

“Siamo stati i primi al mondo ad introdurre sul mercato un prodotto Plug-in dal 2007, in Italia dal 2012. Oggi – ha detto Andrea Carlucci Amministratore Delegato Toyota Italia – presentiamo la seconda generazione dopo dieci anni di esperienza, un prodotto che rappresenta lo stato dell’arte della tecnologia Hybrid, l’anello di congiunzione con la tecnologia EV: 50km di autonomia EV, 22 g/km di CO2, 100km con 1 litro. Con l’ibrido abbiamo sviluppato un movimento che oggi conta 10 milioni di clienti nel mondo, quasi 150 mila in Italia, in costante e rapida crescita, e abbiamo aperto nuove strade per la mobilità sostenibile del futuro, con il supporto delle istituzioni che hanno accolto favorevolmente le nostre proposte. Con il Plug-in siamo pronti a portare avanti nuovi progetti di mobilità sostenibile laddove ci sia l’intenzione di sviluppare le adeguate infrastrutture di ricarica. Al momento la nostra soluzione per il mercato italiano continua ad essere il Full Hybrid, ibrido senza ricarica, che continua a crescere in Italia e che ha rappresentato nel 2016 il 45% delle nostre vendite, quota destinata a crescere grazie al successo di C-HR, la cui mix Hybrid è oggi al 95%, e alla prossima introduzione della Nuova Yaris”.

Commenti

commenti